MUSEO VILLA BASSI RATHGEB - Abano Terme

 lancia il CONTEST I’M HERO

per una Mostra solidale al termine del lockdown

Oppure scarica qui i documenti: 

Avvertenze relative al copyright delle immagini / Copyright notice

Le immagini qui riprodotte sono state fornite a Stefania Bertelli - Artemide Pr dagli Organizzatori dell'evento, ad esclusivo utilizzo collegato alle esigenze di Ufficio Stampa dell'iniziativa medesima. La possibilità di "scaricare" queste immagini è riservata unicamente al fine di corredare con le stesse, servizi, articoli, segnalazioni inerenti l'iniziativa cui si riferiscono. Qualunque indebito utilizzo è perseguibile ai sensi di Legge ad iniziativa di ogni avente diritto.

COMUNICATO STAMPA

Una grande Mostra dedicata ad Artisti e pubblico talentuoso

al termine emergenza covid: “VERE EMOZIONI IN MOSTRA”.

Con il lockdown Museo Villa Bassi ti premia.

Alla chiusura della Mostra “seicento novecento da Magnasco a Fontana”dovuta al decreto governativo, il Museo lancia un messaggio al suo pubblico e agli Artisti di tutta Italia: “Veniamo noi da Voi aspettando di ripartire con forza ed eroismo”.

Museo Villa Bassi Rathgeb anche in situazione di lockdown soddisfa il suo pubblico con tour guidati in mostra, video emozionali e dirette facebook e in più per tutto il pubblico talentuoso lancia il Contest dal nome energico e risoluto I’M HERO, contest dal nome forte e potente che premia l’energia, l’arte e le virtù in questo periodo che mette tutti quanti a dura prova. In più per tutto il pubblico talentuoso un Contest dal nome energico e risoluto I’M HERO, contest dal nome forte e potente che premia l’energia, l’arte e le virtù in questo periodo che ci mette a dura prova.

Un Contest solidale che vedrà premiati ben 54 artisti che faranno parte di una Mostra post covid dedicata a tutti gli Italiani.

 

Al Museo Villa Bassi Rathgeb arriva il primo personaggio artistico che raggiunge il pubblico a casa propria tramite i social: Sir Albert Bassi Rathgeb ispirato al collezionista e mecenate che donò la sua intera collezione al Comune di Abano. Una sorta di Mascotte intellettuale e colta che presenta i capolavori spettacolari di questa magica location. Splendida Villa Veneta del 500, luogo di svago e di armonia, due guerrieri accoglievano l’ospite allora e il visitatore oggi; l’uno è Marte e l’altro Bellona che indicano a chi entra nel prezioso Museo, che, qualsiasi cosa accada, sarà protetto dagli Dei più potenti dell’Olimpo: da tutto e tutti a garanzia di pace e prosperità. La Loggia che accoglie oggi il visitatore offre agli occhi uno spettacolo quasi magico e inatteso: un orientale rivolge uno strumento verso un piedistallo ai piedi del quale si colloca un guerriero; un popolano e un cavaliere entrano in scena rapidamente e su un piedistallo una splendida fanciulla ignuda regge un giogo ad una figura alata e raggiata che porta in mano una cornucopia seduta su un trono a baldacchino: al di sopra di tutto un Genio suona la tromba della Fama. Altre due figure allegoriche completano il ciclo; una figura femminile con indosso un elmo getta monete ed un’altra reca in mano un ramoscello di olivo e una melagrana.

Il visitatore viene accolto da Dei, Geni e Fama, Gloria Fortuna e Virtù. Le Virtus raffigurate a Villa Bassi attraverso le Arti e le Scienze vincono la parte bestiale dell’uomo e lo proteggono da qualsiasi pericolo. Musicisti, buffoni e valletti, una scimmia e un gatto completano l’accoglienza del visitatore che ne rimarrà incantato e completamente sedotto in un’aura di pace e armonia che oggi si fa sempre più agognata e ambita. Bacco dal soffitto inneggia alla vita agreste e alla natura quasi un monito per l’uomo a non perdere di vista i valori veri dell’esistenza.

Il salone del piano nobile è un’esaltazione dell’amore, dell’amore che rende immortali ed eterni anche dopo la vita terrena così come accadde ad Alcione e Ceice: la forza del loro amore convinse gli Dei a trasformali in uccelli. Da allora gli alcioni sono considerati simbolo dell’amore coniugale. Gli affreschi narrano una storia potente ed incantata narrata da Ovidio nella Metamorfosi. E poi Sansone e Dalila, Cefalo e Procri… storie di amori umani consacrati all’eterno. E ancora Mercurio, Argo, Apollo e Dafne, storie conturbanti e preziose accompagneranno il visitatore in tutto il percorso.

Alberto Rathgeb raccolse una prestigiosa wunder kammer che include opere di pittura e scultura che vanno dal 1400 al 1700 che fu poi donata dal figlio adottivo Roberto Rathgeb al Comune di Abano Terme, ben 450 pezzi tra dipinti, arredi, sculture, reperti archeologici e armi. Grandi i nomi della Collezione Bassi che si mettono in dialogo con quelli della Collezione Merlini nella Mostra “seicento novecento da Magnasco a Fontana”: Moretto, Palma il Giovane, Moroni, Fra Galgario, Baschenis, Magnasco insieme a Fontana, Morandi, Guttuso, De Chirico, Parmeggiani, Wildt e questi solo alcuni dei grandi nomi in mostra. Oltre a tour e video professionali, commenti giornalieri di grandi capolavori e dirette Facebook con la curatrice Virginia Baradel è stato dedicato al pubblico  un Contest denominato “I’M HERO”. Sir Albert Bassi Rathgeb stimolerà via social il pubblico ad esternare talento e creatività: presentando i grandi capolavori stimolerà alla riflessione e alla creazione di dipinti, disegni, frasi letterarie che poi saranno sottoposte al giudizio di un giuria di prestigio che comprenderà curatore della mostra, importanti giornalisti del settore arte cultura e importanti protagonisti della scena culturale.

“Il Comune di Abano Terme, Ente Promotore in principalità - afferma l’Assessore alla Cultura Cristina Pollazzi - da sempre ricerca e supporta la creatività e ora vuole invitare il pubblico di talento ad esprimersi e a comunicare la sua visione artistica o letteraria attraverso i social del Museo Villa Bassi Rathgeb e la figura del grande collezionista Sir Albert Bassi Rathgeb. Abbiamo dedicato tanto a questo Museo, fino a renderlo polo culturale per l’intera regione e ora abbiamo progetti per portarlo ad avere un respiro nazionale ed internazionale. Abbiamo dotato Abano di un Museo – prosegue l’Assessore - che dialoga con la città, che ha un ruolo sociale molto importante: contribuisce alla trasmissione del sapere indentificandosi con il nostro territorio e con la sua storia, non solo garantendo la salvaguardia della collezione ma promuovendo attività che possano coinvolgere tutti i nostri cittadini. Il Contest I’m Hero è interamente dedicato al pubblico; il premio principale infatti sarà una vera e propria Mostra “fatta” dalle persone, composta dalle loro creazioni grafiche, pittoriche e letterarie perché per noi la persona sta sempre al centro!"

 

Il Contest si concluderà il 31 gennaio 2021. Il giudizio insindacabile della giuria decreterà i vincitori il giorno 16 febbraio 2021, ore 12.

La classifica sarà pubblicata su social e sito Museo Villa Bassi. www.museovillabassiabano.it

I premi: soggiorni tra benessere del corpo e dell’anima (soggiorni termali e tour guidati in mostra), volumi, biglietti e UNA GRANDE ESPOSIZIONE IN CUI I 14 VINCITORI E I 40 SELEZIONATI VEDRANNO LE LORO OPERE ESPOSTE A FIANCO DI GRANDI E INIMITABILI CAPOLAVORI. Per i più giovani arrivano anche i kindle, così amati dalle nuove generazioni.

Artemide PR, comunicare con stile.

by Stefania Bertelli

artemide@artemidepr.it - tel. 339 6193818