Logo Artemide

Petra
by ModenaFiere
dal 26 marzo al 3 aprile 2022
Segui Petra su Facebook e Instagram!

Scarica qui il Comunicato Stampa: 

Avvertenze relative al copyright delle immagini / Copyright notice

Le immagini qui riprodotte sono state fornite a Stefania Bertelli - Artemide Pr dagli Organizzatori dell'evento, ad esclusivo utilizzo collegato alle esigenze di Ufficio Stampa dell'iniziativa medesima. La possibilità di "scaricare" queste immagini è riservata unicamente al fine di corredare con le stesse, servizi, articoli, segnalazioni inerenti l'iniziativa cui si riferiscono. Qualunque indebito utilizzo è perseguibile ai sensi di Legge ad iniziativa di ogni avente diritto.

COMUNICATO STAMPA
 

“I GIARDINI DI PETRA: DIALOGO TRA ANTICO E NATURA”

 

 Al via, a breve, la 28a edizione di PETRA – Antico, Decorazione & Design per parchi, giardini e ristrutturazioni – Modenantiquaria 26 marzo – 3 aprile 2022.

Una Manifestazione rinnovata, perfetto connubio tra opere di eterna bellezza e la Natura, un patrimonio dal valore inestimabile.

L’attenzione al pianeta che ci ospita, la salvaguardia del paesaggio, la valorizzazione del patrimonio storico e artistico e il benessere della collettività sono le parole chiave di questa edizione.

Ben 2.800 mq di verde, un contest creativo e di progettazione green che racchiude in sé opere d’arte, progettualità, cultura e mindfulness.

15 giardini temporanei ispirati al giardino all’italiana, un contributo verde che sostiene l’ambiente con materiali poco impattanti, ma non rinunciando al design e alla tecnologia, accostando   elementi architettonici quali fontane e statue, aree innovative ed attraenti capaci di catturare l’attenzione dei visitatori e con uno storytelling accattivante che spiega la loro idea progettuale e il loro messaggio.

La Fondazione Biohabitat e AIAPP TER hanno promosso questa iniziativa e attraverso una selezione accurata e scrupolosa hanno affidato la realizzazione dei giardini a progettisti e professionisti del settore a livello nazionale.


Alcune anticipazioni:

• Arch. Museologo Fabio Fornasari impegnato in progetti che raccontano la cultura del paesaggio italiano e nell’innovazione sociale, nonché progettista del Biodiversity Park – Area Tematica di Expo Milano 2015 ci presenterà il suo contest da guardare con il naso all’insù. “Che cosa sono le nuvole?” omaggio a Pier Paolo Pasolini, per il centenario della nascita.  A lui, scrittore, poeta, saggista, giornalista, artista sempre attento al territorio e al paesaggio vogliamo dedicare un panorama scritto e disegnato con la natura.

• Arch. Paola Maini specializzata in Architettura per la città sostenibile, ha progettato “Il Bosco Urbano” di Fidenza per l’edizione Borgofood 2021 di cui il protagonista è l’albero come simbolo di vita e compagno dell’uomo: il bosco come risorsa collettiva. Insieme all’ Arch. Massimiliano Magini ci propongono un contest caratterizzato da un piccolo “Bosco Mobile”, un luogo di socialità, sostenibilità e pubblica felicità;

• Arch. Valerio Cruciani e Urban-Gap, laboratorio di architettura e design con sede a Roma che ha come obiettivo la sperimentazione di nuovi habitat urbani ci stupirà con la sua “rivisitazione” del giardino, “Green Babylon” tra leggenda e realtà. Il verde come nostro alleato, come rappresentazione di un futuro diverso, possibile, auspicabile, un futuro sostenibile, un futuro che ha profonde radici nel passato. Il green indispensabile per la realizzazione di nuovi ecosistemi urbani, capace di ricucire i GAP tra natura e costruito.
 

Molti altri “artisti green” vi attendono per questa rivoluzione verde e inclusiva in cui la scultura, l’arte, l’armonia e la bellezza esprimeranno un’emozione unica nel contesto.
 

Un primo tassello di un percorso più ampio, itinerante e interdisciplinare, che la Fondazione Biohabitat pone sul tema sostenibilità, con l’obiettivo di promuovere il verde non solo come verde ornamentale ma come verde strutturale, cambio di paradigma indispensabile per incentivare lo sviluppo della cultura ecologica e della cultura scientifica e tecnica.
 

Per raggiungere gli obiettivi ci vogliono serietà e concretezza, quindi oltre ad una sontuosa progettazione green, Biohabitat organizza una “cerimonia di apertura”, un momento di incontro, di confronto e di riflessione su argomenti specifici, quali: formazione professionale - approfondimento sulla nuova figura del giardiniere d’arte prevista dal PNRR – intervento di Alberta Campitelli – Storica dell’arte, Presidente del Comitato Tecnico Scientifico (Ministero della Cultura) e Componente del Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici (Ministero della Cultura), economia - un punto sul Green Bonus – Antonella Incerti, Camera dei Deputati, Commissione Agricoltura, cultura - una panoramica sui giardini storici tra passato e futuro che vede come relatrice la Prof. Gioia Gibelli – Presidente CASA AGRICOLTURA di Milano nonché Docente Pianificazione e Progettazione del Paesaggio.
 

Un evento ibrido, sia in presenza che virtuale, necessario per evidenziare il tema della digitalizzazione ma anche per coinvolgere un pubblico più ampio. Tecnologia e verde per innovare e competere.
 

Info e approfondimenti su  www.biohabitat.bio

Artemide PR, comunicare con stile.

by Stefania Bertelli

artemide@artemidepr.it - tel. 339 6193818